Mons. Angelo Spinillo è il nuovo Vice Presidente della CEI

Da Sant'Arsenio al Vaticano

Mons. Angelo Spinillo

Il 22 Maggio 2012 durante la 64/a Assemblea Generale dei Vescovi tenutasi in Vaticano sono stati eletti i tre nuovi Vice Presidenti della Cei, Conferenza Episcopale Italiana, tra cui per il Sud, Mons. Angelo Spinillo ex Vescovo della Diocesi di Teggiano – Policastro e attuale Vescovo di Aversa.

Molti ricorderanno le parole da lui pronunciate quando venne per la prima volta a Sicignano: “…molti di voi qui in piazza non posso definirli miei fedeli perché molti sono carissimi amici….”

Ma chi è Monsignor Angelo Spinillo? Di origini salernitane, nasce a  Sant’Arsenio il 1 Maggio del 1951. La sua formazione religiosa avviene prima presso l’Istituto “Mons. A. Pica”, retto dalle Suore “Religiose dei Sacri Cuori” e prosegue presso gli Istituti Salesiani di Frascati e di San Gregorio di Catania.

Il suo percorso verso il sacerdozio inizia nella Congregazione Salesiana, continua nel Seminario di Capodimonte in Napoli dove frequenta la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale conseguendo il “Baccalaureato in Teologia”, e la “Licenza in Teologia Pastorale Profetica”.

Il 15 luglio 1978 è ordinato sacerdote dal Vescovo Mons. Umberto L. Altomare e dopo vari incarichi, il 13 maggio 2000 è nominato Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro dal Cardinale Michele Giordano, ruolo che ricopre fino al 15 Gennaio 2011 quando viene trasferito ad Aversa.

Negli anni è stato insegnante di Religione e di Teologia Dogmatica, Assistente nell’Azione Cattolica Diocesana, Assistente Regionale nel settore Giovani dell’ACI, membro della Commissione Episcopale per la famiglia e la vita, fondatore del periodico diocesano Mete Megazine.

A lui si deve la riapertura nel 2007 del Museo diocesano “San Pietro” di Teggiano, ospitato presso l’omonima Chiesa.