Fusilli e Ravioli

Da condire con un sugo di carne

Fusilli e Ravioli

Ancora oggi molte famiglie sicignanesi si riuniscono la Domenica per pranzare insieme con un bel piatto di Fusilli e Ravioli, pasta fresca preparata secondo la ricetta tipica delle nostre nonne e condita con un gustoso sugo a base di carne. Il termine fusillo è di facile derivazione, ovvero dalla parola fuso, nel passato il ferro utilizzato per lavorarare la lana. Oggi sono preparati con un ferro a sezione quadrata. Sono un piatto tipico di tutte le regioni meridionali: in Calabria si chiamano Maccheroni inferrettati, in Sardegna Maccaruni, Busiati in Sicilia, minuich o minnicchi in Basilicata e minchiareddi in Puglia.

Fusilli e Ravioli

Fusilli e Ravioli

Il Raviolo invece è una pasta fresca ripiena che si ritrova nella tradizione gastronomica di tutte le regioni italiane: agnolotto in Piemonte, tortello e tortellino in Emilia, anolino a Parma, e cappellaccio a Ferrara, cappelletto in Romagna, pansotto in Liguria, tordello in Toscana, agnoli in Lombardia e casonsei a Brescia, culingiones in Sardegna, panzerotti in Veneto. Il ripieno è molto vario si va dalla ricotta, alla verdura, alle erbe, alla carne finanche al pesce. Un’alternativa gustosa sono i ravioli di ricotta dolci ottenuti aggiungendo all’impasto zucchero e cannella.

Ingredienti per 5 persone:

Per l’impasto uguale sia per i fusilli che per i ravioli:

250 gr farina di semola
250 gr farina di grano tenero
in generale 100 gr di farina per ogni persona
3 uova
1 cucchiaio d’acqua
1 cucchiaio d’ olio
Un cucchiaino di sale
In alternativa per i fusilli è possibile sostituire le 3 uova con 200 gr di acqua e 3 cucchiaini di olio.

Ripieno per i ravioli da amalgamare insieme.

500 gr di ricotta fresca
100 gr di Parmigiano grattugiato
1 uovo
sale
Pepe
Prezzemolo

Come preparare i ravioli

Setacciare la farina a fontana sullo spianatoio e creare un incavo centrale nel quale mettere le uova, l’olio e il sale, iniziare ad amalgamare con un cucchiaio o una forchetta in senso orario aggiungendo gradualmente l’acqua, e continuare ad impastare con le mani fino ad ottenere un composto liscio e compatto. Lasciarla a riposo per circa un’ora. Con il mattarello o la macchina per la pasta formare la sfoglia e tagliarla in strisce.

Prendere il ripieno e su una prima striscia formare con un cucchiaino dei mucchietti distanziati. Prendere una seconda striscia sovrapporla e tagliare formando il raviolo evitando che il ripieno fuoriesca durante la cottura con la rotella o con un bicchiere. Portare l’acqua a bollore e far cuocere i ravioli per 4/5 minuti, scolarli e condirli con il sugo.

Come preparare i fusilli

Setacciare la farina a fontana sullo spianatoio e creare un incavo centrale nel quale mettere le uova, l’olio e il sale, iniziare a impastare con un cucchiaio o una forchetta in senso orario aggiungendo gradualmente l’acqua fino ad ottenere un impasto lisco e lavorabile. Formare dei rotolini dal diametro di circa un centimetro e tagliarli in pezzetti di una misura che può andare dai 2,5 ai 5 cm a proprio gusto.

Infarinare la spianatoia e il ferro che deve essere infilato delicatamente nel pezzetto d’impasto e fatto scorrere avanti e indietro con il palmo delle mani fino a formare il fusillo che può così essere sfilato e fatto riposare e asciugare. Portare l’acqua a bollore, versare i fusilli che hanno una cottura veloce e che saranno pronti non appena vengono a galla.