La Pastiera di grano

Con pasta frolla, ricotta e grano cotto

La pastiera di grano

Durante il periodo pasquale sulle tavole sicignanesi non manca mai la Pastiera, uno dei dolci tipici della tradizione locale a base di pasta frolla, ricotta e grano cotto. Le ricette sono più o meno tutte simili, ma ogni pastiera ha qualcosa di particolare che la distingue dalle altre, la consistenza, il sapore, la dolcezza, più o meno grano, più o meno canditi. Fino agli anni ‘50/’60 anche a Sicignano era usanza recarsi dal fornaio locale per cuocere la pastiera nel forno a legna.

Ingredienti:

  • 500 gr di pasta frolla
  • 350 gr di grano precotto
  • 400 gr di ricotta
  • 400 gr di zucchero
  •  50 gr di burro
  • 100 ml di latte
  • 4 uova intere e due tuorli
  • 70 gr di frutta candita, (arancia, cedro)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di acqua fiori d’arancio
  • La scorza grattugiata di un limone
  • Variante con liquore strega o amaretto

Procedimento

Prendere una casseruola capiente, inserire latte, grano cotto, burro e scorza del limone, portare ad ebollizione ed amalgamare bene per 10/15 minuti fino ad ottenere una consistenza cremosa. Lasciare intiepidire. Nel frattempo a parte, con un mixer o con le fruste, mescolare insieme ricotta, uova, zucchero, fiori d’arancio, vanillina, cannella (liquore). Una volta terminato, unire il composto ottenuto a quello nella casseruola, aggiungere la frutta candita e rimescolare il tutto.

Stendere la pasta frolla in una sfoglia dallo spessore di mezzo centrimetro, imburrare e infarinare una tortiera, il ruoto in dialetto, dal diametro di 28/30 cm e rivestirla con ¾ della sfoglia. La sfoglia restante deve essere tagliata con una rotella dentellata per ottenere le strisce per formare la grata.

Versare l’impasto nella forma, livellare e adagiare le striscie, spennellare la superficie con del tuorlo e e informare a 180° per 1 ora e mezza circa. Il tempo è indicativo, controllate comunque il grado di cottura e doratura.